martedì 6 marzo 2012

Devo uscire più spesso?

CarbonciniDomenica pomeriggio sono uscita. Da sola. Significa che quel sant’uomo di mio marito si è trovato da solo con tutta la tribù. Vero è che le due piccoline hanno dormito per gran parte del pomeriggio (ma, dico io, vengono avvisate? C’è qualcosa nell’aria che annusano, per cui si rendono conto che la mamma non c’è, e non avrebbe senso quindi svegliarsi dopo quindici minuti di sonnellino, come accade spessissimo durante la settimana?), e la relativa tranquillità domestica ha permesso delle attività altrimenti impossibili.

Al padre dei miei figli piace disegnare. Come la musica classica, è una delle sue passioni (una delle meno moleste, mi permetto di aggiungere).

Pianoforte

La Sartina, complice anche una maestra particolarmente incline all’attività artistica, nei primi anni di elementari, condivide volentieri questa passione con il padre, tanto che all’ultimo compleanno ha ricevuto una confezione di matite colorate professionali (che emozione anche solo comprarle, era una vita che guardavo quei bei colori tutti ordinati, in fila, nelle loro scatole di legno o di cartone!) e un album da disegno degno di questo nome!

bicchiere

Di recente anche L’Ingegnere ha iniziato – inaspettatamente, date le premesse (all’asilo le maestre si lamentavano sempre per la sua scarsa propensione al disegno) – ad accostarsi a questa attività non solo per produrre schemi di partite di calcio (ed ultimamente tabelloni da Basket), così che per il suo nono compleanno (oltre ad un corso di tiro con l’arco) ha ricevuto una confezione di carboncini con relativo album dedicato.

Nel grigio pomeriggio della scorsa domenica, quindi, la mia famiglia, senza di me, si è dedicata al disegno dal vero, e allo studio delle ombre. Con risultati che mi hanno stupita, e ho dovuto domandare, di volta in volta, chi fosse l’autore dei disegni che mio marito mi mostrava tutto orgoglioso (quasi più per l’abilità dei figli che per la sua).

Io, quasi quasi, esco più spesso…

bottiglia particolare Molletta

6 commenti:

  1. Due volte una domenica fortunata...per il tempo che ti sei ritagliata e per la produzione artistica della famiglia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa buffa è che io sono rientrata stanchissima, e in casa erano tutti tranquilli e rilassati...

      Elimina
  2. Ciao! Arrivo qui oggi per la prima volta e non vorrei sembrarti scortese, ma si, decisamente, dovresti uscire più spesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, non imparo mai!! Faccio sempre una fatica a lasciarli, come se senza di me non potessero cavarsela! Invece stanno proprio benone!

      Elimina
  3. Ogni tanto anche noi mamme abbiamo bisogno di staccare...e poi se questi sono i risultati...complimenti hai in casa dei futuri artisti!

    RispondiElimina
  4. Non riesco a staccare nemmeno io...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...