domenica 26 febbraio 2012

Non si butta via nulla

Stamattina, appena sveglia, il mio primo pensiero è stato “mamma mia! Ho dimenticato La Tina sul tagliere!”. Ieri sera l’avevo rinfrescata per bene, ma presa da altre cose non ho più pensato a riporla nello scaffale dove di solito “fa la nanna”. Mentre formulavo questo pensiero, quel sant’uomo di mio marito è entrato in camera dicendo: “vai a ved001ere che cosa ti ha combinato!”.

Di nuovo La Tina era strabordata, ma dal momento che la sua nuova casa è rotonda, si è creato questo effetto “corona” che ho voluto immortalare.

Una volta salutati marito e figli, mi sono trovata con questi “resti” della Tina da pulire dal tagliere. Che fare? Mi dispiaceva proprio buttarli via, così ho ripensato ad una ricetta vista sul gruppo La Pasta Madre,per ottenere dagli “avanzi” di lavorazione dei buonissimi cracker. Per non smentirmi, non ho pensato a ricercare la ricetta, ho infilato quel che restava delle intemperanze notturne della Tina nell’impastatrice, ho aggiunto un pochino di olio, del sale e una quantità di farina che a occhio mi sembrava sufficiente per ottenere un impasto che si potesse stendere. Dopo di che ho diviso in due i panetti, ho aggiunto ad uno dei due dell’origano fresco, e poi li ho stesi con la sfogliatrice, sottili sottili.

001Pochi minuti nel forno già caldo, ed ecco i miei cracker. Ok, qualcuno è un  po’ bruciacchiato, come sempre in queste occasioni ci si mette il telefono… Però nessuno si è lamentato, e dopo pranzo, sul tagliere, ne ho trovato soltanto uno, solo soletto, che probabilmente era caduto prima di arrivare in tavola. Il resto era stato spazzolato via. Insomma, è proprio vero che, con un po’ di pazienza e attenzione, alla fine, tutto può tornare utile!

2 commenti:

  1. complimenti come sempre per la pazienza| e buona domenica a tutti!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...