mercoledì 15 giugno 2016

Eccoci qui

Sono al pc, tutta sola in casa (cioè, la sola sveglia in casa) e proprio in questo momento arriva un commento ad un vecchio post. Moderarlo, rispondere e immaginare di tornare a scrivere qualche riga è stato un attimo...
Ci sarebbe così tanto da raccontare (e invece è così poco il tempo per farlo!!).
La Sartina, ops... La Turista per Caso oramai, ha concluso il suo primo anno di scuola superiore. Due viaggi all'estero e tanta voglia di ripartire. Io la guardo con la coda dell'occhio e mi chiedo chi sia quella ragazza grande che mi segue come se fosse mia figlia (non sono forse troppo giovane per avere una figlia così grande??). Non so se posso scriverlo (è giusto anche rispettare la loro privacy, ma non penso che le sue amiche leggano il mio blog...), ma io e il Sant'Uomo ci siamo sentiti riempire il cuore quando qualche sera fa ci ha detto "ma, non esco va, mi diverto di più a casa con voi stasera". Non è così (per fortuna) sempre, ha il suo giro, le sue amiche, le amiche del cuore, le compagne di scuola... c'è sempre qualcosa da fare, qualcuno da sentire, qualche messaggio a cui rispondere... ma "con noi si diverte". Pensarlo mi commuove!

L'Ingegnere è alle prese con gli esami di terza media. Ovviamente agitatissimo, ma senza darlo più di tanto a vedere. Non vede l'ora di deporre i libri e trovarsi davanti due mesi "senza compiti" (non sa che ho intenzione di farmi dare una mano con quelli dei fratelli!!!).

Il Cavaliere sta crescendo, anche se il suo animo di fanciullo se lo sta portando dietro! è un vulcano di parole (sempre nei momenti meno indicati, poveretto) e di idee. Credo che i suoi professori stiano finalmente riposando dopo un anno di domande, approfondimenti, richieste, aggiunte, testimonianze... è davvero bellissimo vedere come per lui la realtà sia sempre interessante in ogni particolare, in ogni sfumatura. Vuole conoscerla tutta, soprattutto quegli aspetti che "vede solo lui" con la sua sensibilità tutta speciale. (ah, un ringraziamento doveroso all'insegnante di italiano, che ha assegnato come compito di tenere un "diario di bordo" da aggiornare almeno due volte a settimana. Ora ogni volta che usciamo di casa segniamo orari, temi di percorrenza, strade percorse, attività svolte, tempi di rientro... manca una mia foto in cassa al supermercato poi la nostra estate sarà documentata in ogni dettaglio!!! Mi consolo pensando che a settembre non dovrò correggerlo io!).

La Polpetta è sempre più una polpetta! Il suo animo dolce e accogliente sta facendo posto anche ad una certa determinazione (se non ha voglia di mettere ordine, non lo farà né con promesse, né con ricatti). D'altra parte dopo aver apparecchiato "benissimo" la tavola una volta, ora lo vuole fare sempre lei. Se c'è bisogno di un abbraccio morbido, in casa sappiamo a chi rivolgerci!!!

La Streghetta è grandissima!! Una quindicenne nel corpo di una seienne! Non ce ne lascia passare una, puntualizza ogni affermazione, ogni imprecisione, ogni discorso non proprio perfetto... Ma è anche tanto allegra ed ironica, sta perfino mostrando un lato affettuoso. Ed ha raggiunto il suo obiettivo di essere in camera con l'Ingegnere. Si somigliano così tanto quei due!

L'Elfo sta diventando un bimbetto simpatico, con la sua faccia da super monello, in questo periodo mi commuove per l'attaccamento che dimostra per i fratelli. In questi giorni non si capacita di come mai gli altri dormano tutti ancora, mentre lui va all'asilo. Mi guarda e chiede "e i miei fratelli?". Ma di tenerlo a casa non se ne parla, ieri sera dopo le 20:30, già messo a far la nanna, si è alzato due o tre volte (dal letto "grande" in camera coi fratelli finalmente!!) per assicurarsi: "io voglio andare all'asilo! perché domani? perché adesso è chiuso?". Solo quando gli ho detto che la maestra stava dormendo anche lei si è convinto ad aspettare stamattina... E ovviamente dopo aver domandato: "posso un biscotto?" e al mio "no" aver rilanciato: "e allora almeno un po' d'acqua?". Copione di ogni serata...

Infine La Meraviglia... è meravigliosa. Io perdo il tempo guardandola crescere, anche lei con i suoi momenti "no" e i suoi momenti belli. Son due notti che si è "trasferita" nel lettino nuovo (di quelli Ikea bassi) in camera con La Turista per Caso, e son due notti che non si sveglia nemmeno una volta. Dopo qualche mese di fatica, si vede che eravamo proprio noi a disturbarla. Sono contenta (come non potrei, sono anni che non dormo due notti di fila... non mi ricordavo cosa volesse dire) anche se anche questo è un nuovo strappo. Cresce, cammina, mangia da sola (lei sì, come sua sorella, vuole mangiare tutto da sé: prende il cibo con una mano, lo mette sulla forchetta, porta la forchetta alla bocca, riprende il boccone con la mano e finalmente lo mangia. Più o meno, insomma...), inizia persino a parlare (ed è probabilmente un giudizio su di me, il fatto che porti tutto all'orecchio dicendo "chi è?" ... metà della responsabilità comunque è delle sue madrine... è con loro che sono sempre al telefono!!!). La guardo, mi si riempie il cuore di bellezza e nostalgia. 

Credo che siano proprio le due cose che più invadono il mio cuore: la bellezza per quel che c'è, la nostalgia per quel che c'è stato, e anche per quel che deve venire. Per ciascuno di loro, che è stato tutto dentro di me, e che si fa strada ora pian piano, nel mondo. E il mio sguardo che è sempre più sullo sfondo, mentre loro restano in qualche modo, ancora, tutti dentro di me.

6 commenti:

  1. E' sempre bello rileggerti ed è un vero peccato non farlo più spesso. E come sempre la tua grande famiglia riscalda il cuore.
    Vi mando un grande abbraccio, a tutti quanti!

    RispondiElimina
  2. è sempre emozionante leggerti e ritrovarti....
    un abbraccio
    veronica

    RispondiElimina
  3. Lorena (bw on fb)16 giugno 2016 12:36

    eccoti qua!!!! che bello leggerti nuovamente!!!!

    ma daiiii la Meraviglia già in lettino da grandi!!!!
    mi piacerebbe tanto mettere Ambra senza sponde ma credo passerei le notti a riportarla indietro... :D

    un abbraccio cara... vado a postare la mia Seagreen 3! ;)
    Lorena

    RispondiElimina
  4. Che belli questi racconti, tra due mesi qui arriverà la terza meraviglia e i sentimenti sono gli stessi, gioia e stupore per le mie due Grandi che crescono sempre più e si stanno preparando per accogliere la sorellina......la nostalgia per quello che ho passato con loro, la paura e l entusiasmo di ricominciare! I figli ci tengono vive!!!!

    RispondiElimina
  5. Ogni tanto passo, sperando di trovarti e...eccoti qui!

    RispondiElimina
  6. Quanto mi è mancato rileggerti,
    Poi stanotte che ,come da due mesi, non riesco più a dormire, mi sono fatta un giro ed eccoti..!!
    E soprattutto ecco che metti in fila e in chiaro situazioni e sentimenti, ed ecco che i miei magoni e ,soprattutto, le mie paure prendono forma...
    Paura di guardare la mia grande che entra in terza media ad affrontare di nuovo dopo l'anno scorso e l'anno prima, il cambiamento di tutti i suoi insegnanti, in una scuola pubblica sempre più disordinata e priva di punti di riferimento... ma lei è una ragazza forte anche se non lo sa e trema... speriamo...e la seconda sempre meno piccola e più vulcanica, più energetica, più creativa e iperattiva, e il "piccolo" che andrà in prima elementare....e io ?! Troppi cambiamenti all'orizzonte(lavoro, città, salute) ...troppa nostalgia del nido che mi ero fatta, rassicurante e tranquillo, ora sto qui che ho paura di affrontare tutto, mi sento delusa nel ritrovarmi così debole e inconsistente....
    Grazie mille mi aiuti a mettere ordine e a farmi coraggio
    Grazie per tornare di tanto in tanto ,sei di grande ispirazione

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...